lunedì 31 gennaio 2011

MEACATO: Matute in rossoblu

L’F.C. Crotone comunica di avere acquisito le prestazioni di Kelwin Ewome Matute. Il ventiduenne centrocampista camerunense, già Arezzo e Cesena, arriva al Crotone dalla Triestina attraverso la formula della comproprietà.
L’F.C. Crotone comunica inoltre che, il ventunenne attaccante dell’Inter Aiman Napoli, è stato ceduto al Verona. Fonte ( www.fccrotone.it )

MERCATO: Barbuzzi al Crotone

L'F.C.Crotone comunica di avere acquisito a titolo definitivo le prestazioni del diciannovenne Andrea Barbuzzi. Il difensore, scuola Atalanta, arriva al Crotone dall'Atletico Trivento (Serie D). Fonte ( www.fccrotone.it )

Riscattati Migliore e Rubinelli

L’F.C. Crotone comunica di aver riscattato dal Giulianova il difensore Francesco Migliore.
Riscattato anche il ventunenne trequartista Fabio Rubinelli, che però resta al Giulianova sino al termine della stagione. Fonte ( www.fccrotone.it )

ATAHOTEL EXECUTIVE - Livorno, Spinelli propone De Lucia al Crotone

Altro giro altra corsa. Aldo Spinelli, presidente del Livorno, ha proposto Alfonso De Lucia, portiere labronico, al Crotone. La società calabrese ci sta pensando, anche se non serpeggia ottimismo sull'eventuale buon esito dell'operazione. Fonte ( www.tuttomercatoweb.com )

ATAHOTEL EXECUTIVE - Crotone, Curiale rifiuta la Ternana

Davis Curiale, attaccante di proprietà del Palermo e in forza al Crotone, dice 'no' alla Ternana. Alla base del rifiuto la volontà di mantenere la categoria. A questo punto è quindi probabile che Curiale resti in Calabria. Fonte ( www.tuttomercatoweb.com )

Fc Crotone | Crotone- Torino 1-1 (le interviste post-gara)

video

Fonte Video ( www.fctv.it )

Scelti i nuovi numeri

I neo rossoblu Calil Caetano e Milan Djuric hanno scelto i numeri di maglia: il brasiliano avrà la n. 70, mentre il bosniaco avrà la n. 22. Fonte ( www.fccrotone.it )

domenica 30 gennaio 2011

Crotone, c'è Ferretti? Idee Matute e Malonga

Il Crotone è ancora vivo sul mercato, e nelle prossime ore potrebbero esserci altri importanti movimenti in casa rossoblù. In attacco si tratta col Pavia l'arrivo dell'attaccante Andrea Ferretti: il 24enne di Montecchio è in comproprietà tra i lombardi e il Cesena, e in passato ha anche militato nella serie B inglese nelle file del Cardiff. Ferretti darebbe il via libera alla partenza di Curiale, che chiede più spazio e dovrebbe essere accontentato (potrebbe essere girato proprio al Pavia).
In mediana sembra ad un passo l'arrivo del camerunese Matute, oggi in forza alla Triestina. In fine un 'regalo' potrebbe arrivare dal Torino: la società granata sta pensando di girare Malonga ai pitagorici per poter così regolarizzare l'acquisto di Gabionetta.

Antonio Franco
 
Fonte ( www.calciomercato.com ) 

Crotone, Matute a un passo

Il Crotone è vicinissimo a Kelvin Matute (22). Il centrocampista camerunense della Triestina ha un accordo di massima con la società pitagorica, a meno di intoppi dell'ultim'ora si attende solo l'ufficialità. Battuta la concorrenza della Ternana. Fonte ( www.tuttomercatoweb.com )

Crotone, piace Ciofani

Secondo quanto riporta tuttolegapro.com, il Crotone sarebbe interessato a Daniel Ciofani (25), attaccante in comproprietà tra Parma ed Atletico Roma, al momento in forza proprio alla squadra capitolina. Fonte ( www.tuttomercatoweb.com )

Fc Crotone | Crotone- Torino 1-1

video

Fonte Video ( www.fctv.it )

sabato 29 gennaio 2011

Crotone-Torino: Le voci dallo spogliatoio

Termina con un pareggio tutto sommato giusto l'incontro dello 'Scida' tra il Crotone di Corini e il Torino dell'ex di turno Lerda. Un punto a testa che serve per smuovere, anche se non di molto, la classifica: il Crotone tiene i play out a meno quattro, mentre i granata ora sono quinti a pari punti col Livorno. La cronaca del match vede un primo tempo abbastanza brutto e monotono con poche occasioni di rete: il gioco è concentrato per lo più in mediana con qualche tiro dalla distanza. L'occasione più ghiotta capita a Galardo, che al quarto d'ora tenta una botta dal limite dell'area sulla quale Bassi si oppone da grande e devia in angolo. Poi il Torino ci prova con qualche tiro dalla bandierina ma senza impensierire più di tanto. Nella ripresa la partita cambia volto ed entrambe le squadre entrano in campo più determinate. Il primo sussulto è degli ospiti con Gasbarroni che impensierisce Belec, ma il giovane scuola Inter è attento. Al 67' l'azione più ghiotta del match fino a quel momento: lancio di De Giorgio per la testa di Abbruzzese che, nel tentativo di rimettere in mezzo il pallone, trova le mani alzate di Zanetti che ostacolano il tiro, e il direttore di gara senza pensarci concede il penalty. Sul dischetto si presenta Ginestra che angola bene ma calcia debolmente, il pallone è facile preda di Bassi che respinge il tiro. La squadra di Corini non si abbatte e solo tre più minuti più tardi trova il vantaggio: Cutolo riceve palla sulla destra, si accentra e lascia partire un sinistro ben calibrato che va ad insaccarsi diritto sotto l'incrocio dei pali. La squadra locale sulle ali dell'entusiasmo sfiora il raddoppio, ma al 73' i granata trovano il pareggio: palla in mezzo del neo entrato Pagano, tiro di prima intenzione di Antenucci, deviazione ravvicinata di Belec e Bianchi e lì pronto a ribadire in rete per l'1-1. La squadra di Corini non ci sta e torna all’attacco nel tentativo di vincere il match, ma oltre a qualche tiro dalla distanza più niente.
CROTONE
Il tecnico pitagorico Eugenio Corini: 'Peccato per questo pareggio, peccato perché eravamo passati in vantaggio e ci siamo fatti raggiungere subito. Il rigore sbagliato non pesa perché abbiamo trovato il gol subito dopo con un gran tiro di Corini, penso che abbiamo fatto qual cosina in più ma in sostanza va bene così. Ginestra ha giocato molto bene, ha creato molti spazi e peccato solo per il rigore, gli serviva far gol. Parfait ha un avuto un problema ai flessori, aspettiamo per vedere come sta ma ho il sospetto si tratti di stiramento'.
Il fantasista rossoblù Aniello Cutolo: 'Dopo il gol pensavamo di poter portare a casa i tre punti, peccato perché erano davvero importanti. Il Crotone non è assolutamente Cutolo-dipendente, siamo 25-26 in rosa e tutti abbiamo le stesse chance di giocare, siamo tutti titolari. Il gruppo è forte e solido, oggi lo abbiamo mostrato giocando una gran partita, potevamo vincere ma va bene così, di fronte avevamo il Torino che si gioca un posto in serie A'.
TORINO
Il tecnico granata Franco Lerda: 'Una vera emozione rimettere piede allo Scida, sono contento e molto soddisfatto dell'accoglienza dei tifosi. Crotone è stata una tappa fondamentale per la mia carriera, non avevo dubbi che mi avrebbero accolto bene, questa è una piazza bellissima. Oggi abbiamo fatto una buona gara: abbiamo concesso poco se non in caso di qualche disimpegno sbagliato da noi. Il loro vantaggio è merito di Cutolo, che ha segnato un eurogol. Noi abbiamo costruito parecchie palle-gol, soprattutto nel primo tempo. E' un risultato che ci penalizza un po', ma dopo che siamo stati in svantaggio è da apprezzare la reazione mostrata che ci ha permesso di pareggiare. Ai punti avremmo meritato sicuramente noi di vincere; le uniche azioni su cui abbiamo rischiato sono state frutto di nostre disattenzioni sulle ripartenze. Per il resto abbiamo giocato bene e sono molto fiducioso per il futuro'.

Antonio Franco
 
Fonte ( www.calciomercato.com ) 

Crotone-Torino 1-1, tabellino e commento

CROTONE (4-3-3): Belec; Crescenzi, Vinetot, Abruzzese, Migliore; Parfait (dal 26' st Mazzotta), Eramo, Galardo; Russotto (dal 1' st De Giorgio), Cutolo, Ginestra (dal 42' st Curiale). A disposizione: Bindi, Tedeschi, Hanine, Napoli. All.: Corini.
TORINO (4-3-1-2): Bassi; D'Ambrosio, Rivalta, Di Cesare, Garofalo; De Vezze, Budel (dal 13' st Zanetti), De Feudis (dal 33' st Pagano); Gasbarroni (dal 21' st Sgrigna); Bianchi, Antenucci. A disposizione: Rubinho, Zavagno, Lazarevic, Pellicori. All.: Lerda.
MARCATORI: 31' st Cutolo (C), 35' st Bianchi (T). Arbitro: Baracani di Firenze.
AMMONITI: 26' pt Budel (T), 8' st D'Ambrosio (T), 19' st Zanetti (T), 19' st Gasbarroni (T), 42' st Cutolo (C), 45' st Curiale (C).
ESPULSI: a fine gara Zanetti per somma di ammonizioni.
NOTE: Al 20' st Bassi para un calcio di rigore a Ginestra. Corner: 8-11. Fuorigioco: 4-8. Recupero: 0' e 3'.
Il Crotone ci crede ma non riesce a portare a casa l'intera posta in palio nella delicata sfida casalinga contro il Torino dell'ex Franco Lerda. Come all'andata, un eurogol di Cutolo regala il momentaneo vantaggio ai Pitagorici, raggiunti pochi minuti più tardi dal tap-in di Bianchi che fissa il risultato sull'1-1.
Contrariamente a quanto visto nelle ultime due gare di campionato dell'undici rossoblù, questa volta la qualità del gioco è convincente; le due squadre hanno offerto un buono spettacolo con continui capovolgimenti di fronte e molte occasioni create, da una parte e dall'altra.
Il Crotone ci ha provato, è uscito allo scoperto ed ha fatto la sua gara, senza timore reverenziale; il Torino, dal canto suo, ha dimostrato lo spessore tecnico di cui è dotato, spaventando più volte i Pitagorici e mettendo a dura prova i riflessi di Belec, sempre, comunque, pronto e attento, protagonista di un'ottima gara.
Il primo tempo è intenso ma sterile; le emozioni più forti appartengono tutte alla ripresa. Dopo venti minuti di gara, ecco il primo, vero sussulto della partita: un tocco di mano di Paolo Zanetti regala al Crotone un tiro dagli undici metri, occasione d'oro per portarsi in vantaggio. Al cospetto di Bassi si presenta Ginestra, già protagonista di un rigore sbagliato solo 14 giorni fa in quella stessa area di rigore. Se, per ammissione dello stesso Ciro-gol, quello contro il Portogruaro è stato il primo rigore sbagliato in carriera, quello di oggi è un amaro seguito: il suo tiro viene quasi bloccato da Bassi che intuisce l'angolo scelto da Ginestra ed impedisce al pallone di depositarsi in rete.
Il Crotone, però, ci crede più di prima e comincia a farsi ancora più pericoloso, fin quando Cutolo, dopo aver saltato un avversario sulla fascia destra, esplode un missile di sinistro che si insacca sul palo lontano, alle spalle dell'impotente Balli. Cutolo, ancora una volta, trova nel Torino la sua vittima preferita; questa rete è, forse, ancora più bella dello strepitoso gol dell'andata. Il Crotone si galvanizza e cerca di spingere ulteriormente, ma quattro minuti più tardi è pareggio con Bianchi che mette dentro da posizione ravvicinata sulla respinta di un incolpevole Belec.
Il risultato si fissa sull'1-1 ed, escluso il dopo gara incandescente, le due squadre non regalano nessun'altra emozione degna di nota. Un punto a testa che, vista la partita, sembra il risultato più giusto.
Ottima la prova di Belec, oggi, protagonista di almeno due belle parate; bene anche Galardo che si è anche visto respingere un gran tiro da fuori area in calcio d'angolo; da rivedere Parfait. Lodevole l'impegno di Migliore che, quando lo stesso Parfait viene sostituito per infortunio, va a fare il centrocampista centrale insieme a Galardo ed Eramo lasciando il ruolo di terzino sinistro ad un discreto Mazzotta. Male Ginestra, ancora una volta evanescente, che spreca un'occasione che avrebbe potuto cambiare la partita. Un plauso alla mentalità della squadra che si è giocata la partita a viso aperto, senza paura e lottando fino alla fine. Fonte ( www.crotonesport.com )

Serie B: pari e spettacolo fra Crotone e Torino

Allo Scida granata bloccati sull'1-1. A Cutolo risponde immediatamente il solito Rolando Bianchi E' 1-1 allo stadio "Ezio Scida" fra Crotone e Torino. Franco Lerda ritorna a casa da avversario e trova una squadra in salute nonostante la sconfitta di Padova. I granata provano a vincere per dimenticare il pari interno col Cittadella costruendo palle gol dall'inizio alla fine ma al fischio finale di Baracani il pareggio è giusto. Ad un gran gol di Cutolo risponde il solito Rolando Bianchi. Un punto che muove la classifica per entrambe le squadre: il Crotone resta in posizione di assoluta tranquillità mentre il Toro rischia di perdere il treno che porta alla zona promozione.

Primo tempo divertente e giocato a gran ritmo, a dispetto dello 0-0. Crotone e Torino non si sono risparmiate, cercando il gol fin dal fischio d'inizio. Nei primi 15' la partita si gioca ad un'intensità folle il granata sfiorano il gol con un tiro di De Vezze parato in due tempi da Belec e con un colpo di testa di Bianchi bloccato dal portiere di casa. Crotone pericoloso invece al 15' con Galardo che scarica un gran sinistro da fuori e costringe Bassi ad una bella parata in volo. Nella seconda metà del tempo il Torino cresce, e di conseguenza l'intesa fra Bianchi e Antenucci. Quest'ultimo impegna Belec con un tiro sul primo palo. L'ultima chance è ancora del Toro al 45' con Bianchi, che lanciato in area dal positivo Gasbarroni, scivola al momento del tiro e calcia fra le braccia del portiere di scuola Inter.

Anche nella ripresa il ritmo non si abbassa, con le due formazioni che rispondono colpo su colpo all'azione dell'avversario. Al 64' arriva il primo episodio che può girare il match. Paolo Zanetti è ingenuo nel colpire la palla di mano in area e Baracani indica il dischetto. Se ne incarica Ginestra ma Bassi è bravissimo a respingere la conclusione debole e non troppo angolata. Tre minuti dopo la palla gol è per il Torino con Bianchi che stacca di testa sul secondo palo ma trova una risposta super di Belec, che respinge togliendo anche la palla dai piedi di Antenucci in agguato.

Al 31' la gara si sblocca: ci pensa Cutolo che fa tutto da solo al limite dell'area avversaria e con il sinistro trova una traiettoria imparabile che batte Bassi sul palo lontano. Rete bellissima che vale il vantaggio, ma solo per pochi minuti. All'80' infatti il Toro pareggia con Bianchi, bravissimo a mettere in rete il pallone respinto da Belec dopo tiro di Antenucci. Nei minuti finale un po' di nervosismo ma nessuna altra palla gol.

Davide Fumagalli

Fonte ( www.datasport.it )

Risultato finale 24.ma giornata : Crotone - Torino 1-1

Serie Bwin 24.ma giornata: Crotone - Torino














Segui la radiocronaca in diretta di Radio Studio 97 dalle ore 14:50 cliccando sui link disponibili nella sezione in alto a destra del blog su "Ascolta la radiocronaca in diretta della gara"

BUONA PARTITA
A
TUTTI 
E
 
FORZA CROTONE!!!

venerdì 28 gennaio 2011

Diciotto i convocati

Sono diciotto i rossoblu convocati da Eugenio Corini, per il match col Torino, in programma sabato 29 gennaio (ore 15):
Portieri:Bindi, Belec
Difensori: Abruzzese, Mazzotta, Migliore, Tedeschi, Crescenzi, Vinetot.
Centrocampisti: Galardo, Eramo, Hanine, De Giorgio, Parfait.
Attaccanti: Ginestra, Cutolo, Russotto, Napoli, Curiale.
 
Fonte ( www.fccrotone.it )

Fc Crotone | Corini, Torino squadra talentuosa

video

Fonte Video ( www.fctv.it )

Djuric in rossoblu

L’F.C. Crotone comunicadi avere acquisito le prestazioni di Milan Djuric.
Il ventunenne attaccante della Bosnia Erzegovina arriva al Crotone attraverso la formula del prestito dal Parma, con il consenso del Cesena, col quale la società emiliana detiene la comproprietà del cartellino. Fonte ( www.fccrotone.it )

Gualtieri, I nostri solo documenti reali

Abbiamo provveduto ad inviare la documentazione richiesta dalla F.I.G.C. e dalla Lega di Serie B. I nostri, sono solo documenti ufficiali, regolarmente depositati nei termini, insieme a procedimenti notificati dal Collegio Arbitrale della Lega, e riferiti all’incontro del 2 settembre 2010 col calciatore Denilson Gabionetta, al quale erano presenti otto testimoni. Tutta la nostra posizione, è supportata solo da dati e documenti reali, dai quali si evince inequivocabilmente che il calciatore è del Crotone. Dall’altra parte non c’è nulla, tranne un eventuale transfer, di cui solo il Torino e lo stesso Gabionetta sono al corrente, oltre all’ormai noto comportamento della società granata, che è sotto gli occhi di tutti”.

                                                                                                      Salvatore Gualtieri
                                                                                                   Presidente F.C. Crotone
Fonte ( www.fccrotone.it )

Calil al Crotone

L’F.C. Crotone comunica inoltre di aver acquisito le prestazioni di Caetano Calil. Il ventiseienne attaccante brasiliano arriva al Crotone dal Frosinone a titolo definitivo. Con la medesima procedura, il ventisettenne centrocampista Nicola Beati passa al Frosinone. Fonte ( www.fccrotone.it )

giovedì 27 gennaio 2011

Djuric, domani la firma

In uscita potrebbe partire il centrocampista Nicola Beati

Quasi certamente Milan Djuric, il centravanti “gigante” che ad Ascoli ha giocato poco fino a questo momento, domani firmerà con il Crotone. L’ufficialità potrebbe arrivare già nelle prime ore di domani. Dovrebbe essere questo, quindi, l’ultimo colpo del Crotone targato Corini. In uscita il diesse Ursino sta cercando di trovare la sistemazione più consona a Cabeccia, mentre non è da escludere una partenza anche di Nicola Beati che potrebbe accasarsi a Cosenza. Intanto a tenere banco è ancora quello che è diventato il “Caso Gabionetta”, con il brasiliano che, di fatto, si trova tesserato con due società di Serie B: il Crotone ed il Torino. Questo, è inutile nascondersi, ha creato un po’ di attrito tra le società, anche se questa mattina, dalle colonne di Tuttosport, ci ha pensato l’ex di turno, Franco Lerda, a stemperare gli animi. “La scorta? Se viene la rifiuto” ha affermato il tecnico ricordando che a Crotone “è stato non bene, di più”. Fonte ( www.crotonews.com )

Dirige Baracani

Sarà il signor Leonardo Baracani della sezione di Firenze ad arbitrare Crotone-Torino. Il fischietto toscano sarà coadiuvato dai signori Simone Manzini di Verona e Alessandro Italiani di L'Aquila. Quarto uomo il signor Gennaro Palazzino di Ciampino. Fonte ( www.fccrotone.it )

Serie Bwin: Designazioni arbitrali 24.ma giornata

Sabato 29 gennaio, ore 15.00



ALBINOLEFFE – ASCOLI
CERVELLERA
COSTA – FITTANTE
IV: BARBENO
OA: ROSSO

CROTONE – TORINO
BARACANI
MANZINI – ITALIANI
IV: PALAZZINO
OA: COMITO


EMPOLI – VARESE Venerdì 28/01 h. 20.45
DOVERI
CARRETTA – LA ROCCA
IV: MARIANI
OA: ROSETTI

FROSINONE – ATALANTA Lunedì 31/01 h. 20.45
PINZANI
BERNARDONI – SANTUARI
IV: BAGALINI
OA: MASSARONI

NOVARA – CITTADELLA
NASCA
MASOTTI – COSTANZO
IV: PAIRETTO
OA: ANFUSO

PADOVA – MODENA
MERCHIORI
GIALLATINI – CRISPO
IV: COCCIA
OA: CAMPANER

PESCARA – TRIESTINA
CORLETTO
SEGNA – ARGIENTO
IV: GAVILLUCCI
OA: SICILIANO

PIACENZA – REGGINA
GUIDA
IORI – POSADO
IV: BARBIERO
OA: MESSINA

SASSUOLO – PORTOGRUARO
CANDUSSIO
DE PINTO – ZONNO
IV: TIDONA
OA: D’AMBROSIO

SIENA – LIVORNO
TOMMASI
VICINANZA – SCHENONE
IV: VELOTTO
OA: ANDREOZZI

VICENZA – GROSSETO
RUINI
MELLONI – PAGANESSI
IV: MANGIALARDI
OA: CATANIA

Fonte ( www.aia-figc.it )

RECUPERO GARA PESCARA - EMPOLI - 2ª GIORNATA DI RITORNO

Si comunica che la gara Pescara – Empoli della 2ª giornata di ritorno del Campionato di Serie bwin 2010/2011, non disputata per impraticabilità del campo, sarà recuperata secondo il seguente programma:

PESCARA - EMPOLI martedì 22 febbraio 2011 ore 18.30

Fonte ( www.legaserieb.it )

mercoledì 26 gennaio 2011

La giornata dei rossoblu

Allenamento pomeridiano allo Scida quest'oggi per il Crotone di Eugenio Corini, invista del match casalingo col Torino, in programma sabato 29 gennaio (ore 15). Seduta che ha visto i rossoblu, ad eccezione di Aiman Napoli, impegnati in un test con gli allievi di Pino Tortora. Domani in programma un allenamento pomeridiano all'Antico Borgo. Fonte ( www.fccrotone.it )

Gualtieri, F.I.G.C sia garante rispetto delle regole

Le importanti dichiarazioni del nostro presidente Salvatore Gualtieri, in merito alla vicenda Gabionetta. " “Abbiamo molto apprezzato che la F.I.G.C.  ha preso atto ufficialmente del doppio tesseramento del calciatore Denilson Gabionetta, invitandoci a produrre loro tutta la documentazione in nostro possesso. Il fatto nuovo è questo e  non fa altro che confermare che per mesi il Torino ha contattato il nostro tesserato senza interpellarci, sino addirittura arrivare a presentare il calciatore. Per quanto ci riguarda siamo molto tranquilli della nostra posizione e fiduciosi che la F.I.G.C. si faccia garante del rispetto delle regole e soprattutto del rapporto di reciproca correttezza che dovrebbe esistere fra due società della stessa Lega”. Fonte ( www.fccrotone.it )

martedì 25 gennaio 2011

Serie B, il Padova non molla e pareggia col Livorno (3-3)

Nel recupero di Serie B tra Livorno e Padova, gli ospiti non mollano i labronici e, grazie ad una prova di determinazione, ottengono il 3-3 finale che spartisce la posta in palio. Gli amaranto vanno sul 2-0 dopo 31′ con l’autorete di Renzetti ed il raddoppio del solito Tavano. In apertura di ripresa Vantaggiato riapre l’incontro, ma al 64′ Tavano, che sigla una doppietta, sembra chiudere i conti. Tuttavia, la formazione di Pillon non fa i conti con Da Silva e Vantaggiato, a segno al 73′ e all’80′. Fonte ( www.calcionews24.com )

Gianni Vrenna, il Torino doveva interpellarci

Queste le dichiarazioni del nostro patron, Gianni Vrenna, in merito alla vicenda Gabionetta: "Non abbiamo affatto condiviso il comportamento di Gabionetta, al quale questa società ha dato tanto sotto tutti i punti di vista, tantomeno il modus operandi, alquanto scorretto, di una società importante come il Torino, dalla quale ci aspettavamo di essere almeno interpellati. Per quanto ci riguarda il calciatore brasiliano è tesserato con due società, per cui abbiamo denunciato il giocatore alla Procura Federale, ed a questo punto aspettiamo fiduciosi, convinti che gli organi competenti facciano chiarezza sul caso.
Comunque vada a finire, per noi Gabionetta rappresenta ormai il passato, mentre il presente potrebbe significare un attaccante di spessore, da consegnare a mister Corini e che credo annunceremo in questa settimana. E visto che alla fine della sessione invernale del calciomercato mancano ancora sei giorni, le sorprese potrebbero non finire qui...". Fonte ( www.fccrotone.it )

La giornata dei rossoblu

Lavoro prevalentemente tecnico-tattico quello svolto quest'oggi dai rossoblu di mister Eugenio Corini presso il centro sportivo Antico Borgo, in vista della sfida casalinga col Torino, in programma sabato 29 gennaio (ore 15). Alessandro Crescenzi si è unito al gruppo, mentre Aiman Napoli ha proseguito col lavoro differenziato. Fonte ( www.fccrotone.it )

Belec in nazionale

l portiere rossoblu Vid Belec, è stato convocato dal selezionatore della nazionale maggiore slovena, per la gara amichevole Albania-Slovenia, che si disputerà mercoledì 9 febbario 2011 a Tirana. Fonte ( www.fccrotone.it )

Crotone, Ginestra: "Gabionetta ci ha lasciati soli"

La notizia dell'arrivo di Gabionetta al Toro non è passata del tutto inosservata, soprattutto tra gli ex compagni di squadra del Crotone, che si sono sentiti traditi. A parlare ai microfoni di TorinoGranata, in vista della sfida di sabatoè stato Ciro Ginestra, che non è stato affatto tenero con il suo ex compagno.
"Non capisco il suo comportamento, come fa ad andare al Torino quando è legato da un contratto con noi. Inoltre è sempre stato trattato come un vero re, era il Maradona di Crotone e ha mancato di rispetto non solo alla società, ma anche ai tifosi che lo hanno sempre adorato. Non capisco come abbia potuto firmare un altro contratto. Inoltre credo che se avesse parlato chiaro al Crotone, la società lo avrebbe venduto al Torino senza problemi. Invece è da sei mesi che noi non avevamo più notizie, ci ha lasciati soli".
Che partita prevedi per sabato?
Il Torino è una grande squadra, noi ce la metteremo tutta per fare la nostra gara, come abbiamo sempre fatto.
Una partita particolare anche per Lerda?
Lui sicuramente ha lasciato il segno a Crotone, un allenatore che ricordiamo con grande affetto. Grande allenatore non solo dal punto di vista tattico, ma anche dal punto di vista umano. Fonte ( www.tuttomercatoweb.com )

ESCLUSIVA TMW - Ginestra: "Rimango al Crotone"

Ciro Ginestra, attaccante in forza al Crotone, ha rilasciato un'intervista ai microfoni di TMW, parlando del suo futuro: "Sto benissimo qui, sabato c'è stata una sconfitta immeritata ma siamo contenti di come sta andando. Siamo a metà classifica, il nostro obiettivo è la salvezza. Ho un anno di contratto e voglio rimanere, fino alla scadenza io rimango qui. Continuano a esserci voci sull'interessamento del Taranto, ma io non mi muovo. Inoltre non mi ha mai chiamato nessuno". Fonte ( www.tuttomercatoweb.com )

lunedì 24 gennaio 2011

La giornata dei rossoblu

Allenamento pomeridiano presso il centro sportivo Antico Borgo quest'oggi per il Crotone di Eugenio Corini, in vista della gara casalinga col Torino, in programma sabato 29 gennaio 2011, ore 15. Prima seduta settimanale alla quale non hanno preso parte Alessandro Crescenzi ed Aiman Napoli, che hanno lavorato in palestra. Due gli allenamenti in programma domani all'Antico Borgo. Fonte ( www.fccrotone.it )

Fc Crotone | Una giornata con...Beati

video

Fonte Video ( www.fctv.it )

Disposizioni Osservatorio Manifestazioni Sportive

In ottemperanza alle nuove disposizioni dell'Osservatorio Manifestazioni Sportive del Ministero dell'Interno, tutti coloro i quali acquisteranno il biglietto d'ingresso allo stadio, insieme al documento d'identità, dovranno inoltre obbligatoriamente specificare il luogo di residenza. Fonte ( www.fccrotone.it )

Precedenti positivi allo Scida

Sono quattro i precedenti in Serie B allo Scida fra Crotone e Torino: Stagione 2000-01, Crotone-Torino 0-1; Stagione 2004-05, Crotone-Torino 2-1; Stagione 2005-06, Crotone-Torino 1-1; Stagione 2009-10, Crotone-Torino 1-0. Fonte ( www.fccrotone.it )

L'AIFO in campo

Il 30 gennaio 2011 sarà celebrata la 58° ricorrenza della giornata voluta da Raoul Follereau per promuovere i diritti dei malati di lebbra. AIFO celebrerà l’evento con una serie di iniziative in tutta Italia. C'è un solo cielo per tutto il mondo. Questa brevissima frase, tratta dal Testamento ai Giovani di Raoul Follereau, non è solo una sintesi di una concezione della vita e dei rapporti tra i popoli. E' un invito a guardare in alto per cogliere ciò che sfugge alle menti prigioniere di un quotidiano, angusto egoismo. Guardare in alto per scoprire il comune destino che accompagna la vita di ogni persona, in qualunque parte del mondo sia nata, qualunque sia il colore della sua pelle, qualunque sia la sua condizione economica, fisica, sociale. Scoprirci appartenenti a un'unica famiglia che vive sotto un tetto comune significa cogliere il senso del nostro esistere, al di là di ogni barriera e di ogni pregiudizio, uniti da un cielo che è lo spazio infinito in cui l'umanità di ogni persona trova la sua dimensione più nobile e pura.
Oggi la Giornata mondiale dei malati di lebbra continua a rappresentare per l'AIFO un impegno fondamentale per dar voce agli Ultimi. Ogni anno i volontari AIFO organizzano in tale giornata la distribuzione del Miele della Solidarietà, allestendo banchetti in centinaia di piazze italiane e coinvolgendo altre associazioni, istituzioni, cittadini. Una raccolta fondi viene organizzata tramite gli SMS solidali, che quest’anno potranno essere inviati al numero 45592 per sostenere i Progetti AIFO contro la lebbra in Mozambico.
L'AIFO ha compiuto questa scelta per incrementare il suo impegno nella creazione di rapporti basati sulla giustizia e sulla solidarietà. I sacchetti di iuta che contengono i vasetti sono confezionati da persone guarite dalla lebbra grazie al progetto Sumana Halli a Bangalore, in India. Il ricavato finanzierà la cura dei malati in India.

Quest'anno la giornata troverà un motivo particolarmente importante per essere celebrata: a novembre 2010 infatti l'ONU ha approvato i Principi e Linee Guida per l'eliminazione della discriminazione contro i malati di lebbra e i loro familiari, un documento importantissimo che sarà uno strumento fondamentale nell'impegno delle istituzioni e delle comunità civili per la promozione dei diritti umani delle persone colpite dalla lebbra.
Tra le iniziative organizzate per la Giornata mondiale grande importanza assumono gli incontri di sensibilizzazione presso scuole, parrocchie ed altre istituzioni svolti in tutta Italia dai Testimoni della Solidarietà, persone direttamente impegnate nei progetti AIFO all'estero, che per l'occasione si fanno promotrici di consapevolezza presso la società civile, testimoniando il loro servizio agli Ultimi. La giornata sarà quest'anno dedicata al continente africano.
Anche il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e il Santo Padre, hanno rivolto un saluto all'AIFO per tale ricorrenza, a testimonianza del ruolo di primo piano che l'AIFO continua a ricoprire a livello internazionale. Queste le parole pronunciate da Papa Benedetto XVI in occasione dell'Angelus del 31 gennaio 2010: "L'ultima domenica di gennaio è la Giornata Mondiale dei Malati di Lebbra. Il pensiero va spontaneamente a Padre Damiano de Veuster, che diede la vita per questi fratelli e sorelle, e che nello scorso ottobre ho proclamato santo. Alla sua celeste protezione affido tutte le persone che purtroppo ancora oggi soffrono per questa malattia, come pure gli operatori sanitari e i volontari che si prodigano perché possa esistere un mondo senza lebbra. Saluto in particolare l'Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau".
La 58a Giornata mondiale dei malati di lebbra gode del Patrocinio del Segretariato Sociale RAI e della collaborazione ufficiale di Banca Etica, AGESCI, GIFRA (Gioventù Francescana), SISM (Segretariato italiano degli studenti di Medicina), AIAC (Associazione Italiana Allenatori di Calcio) e di Lega Serie A e Lega BWIN. Fonte ( www.fccrotone.it )

domenica 23 gennaio 2011

Domani la ripresa

In vista del match casalingo col Torino, in programma sabato 29 gennaio (ore 15), il Crotone di Eugenio Corini riprenderà la preparazione lunedì pomeriggio presso il centro sportivo Antico Borgo. Fonte ( www.fccrotone.it )

sabato 22 gennaio 2011

Fc Crotone | Padova-Crotone 1-0

video

Fonte Video ( www.fctv.it )

CROTONE, COSI' NON VA

La squadra di Corini rimedia una sconfitta contro un Padova modesto
Seconda sconfitta per il Crotone targato Corini che dopo la scialba prova di lunedì rimedia una sconfitta contro un modesto Padova. Partita brutta, con i padroni di casa che pensano soprattutto a non prenderle e il Crotone che in avanti è prevedibile come lo sbadiglio di un impiegato della posta. Circolazione di palla lenta per la squadra di Corini e poco movimento in attacco. Gli unici tiri in porta sono quelli di Cutolo che si trova sempre davanti almeno tre avversari che gli sbarrano la strada. Sul finire del primo tempo si fa male anche Crescenzi che fino al quel momento era stato il migliore in campo insieme al neo acquisto Mazzotta, schierato sulla fascia sinistra. Nella ripresa il copione non cambia per i rossoblù.
 Anzi, è il Padova a salire in cattedra con Vantaggiato che prima sfiora il vantaggio su punizione e poi fa centro al termine di un’azione delle sue. Da quel momento in poi nessun  tiro in porta da parte dei rossoblù che se vorranno far risultato con il Torino dovranno cambiare diverse cose. Fonte ( www.crotonews.com )

Serie B: Padova-Crotone, le voci dagli spogliatoi

I veneti strappano i tre punti con una giocata di qualità, ha detto Corini Le voci dagli spogliatoi di Padova-Crotone, terminata 1-0.

Cestaro, presidente del Padova
"In settimana contiamo di chiudere per la punta e un centrocampista, visto che lì in mezzo anche oggi abbiamo fatto un po' di fatica. Le società con cui stiamo trattando temporeggiano".

Corini, allenatore Crotone
"Era la classica partita da pareggio. C'è stato impegno da parte nostra ma il Padova, grazie alla qualità dei suoi, è riuscito a rompere l'equilibrio". Fonte ( www.datasport.it )

Padova-Crotone: Le voci dallo spogliatoio

Torna alla vittoria il Padova contro il Crotone grazie ad un guizzo vincente di Vantaggiato nella ripresa. Primo tempo equilibrato tra veneti e calabresi, con poche occasioni da rete. Le due squadre si fronteggiano con un atteggiamento speculare (4-3-2-1), finendo per annullarsi a vicenda. Un po' meglio i biancoscudati con una sterile supremazia di gioco, collezionando quattro angoli senza risultato. Da segnalare per i padroni di casa solo un paio di conclusioni di El Sharaawy al 13' (diagonale fuori) e al 20' (tiro in area ribattuto in corner). Per gli ospiti piuttosto rinunciatari un tiraccio alto sulla traversa di Mazzotta al 46'. Ripresa con lo stesso copione, ma la formazione di Calori fatica a rendersi pericolosa. E' invece la squadra di Corini a tentare la via della rete con due tiri centrali di Cutolo al 5' e al 14'. Dopo le sostituzioni di De Paula e Gallozzi con Di Nardo e Cuffa, il Padova si sveglia al 25' con una bella punizione di Vantaggiato, deviata da Belec in angolo. E' il preludio al gol per lo stesso Vantaggiato, che fa secco Belec da dentro l'area con un rasoterra di potenza al 27'. Fiacca la reazione del Crotone, che rischia ancora di capitolare con Vantaggiato al 48' in contropiede.
PADOVA
L'attaccante del Padova, Daniele Vantaggiato: 'Volevamo vincere per dedicare il successo a Davide Succi dopo il suo brutto infortunio a Novara. E' il mio quarto gol in campionato, anche se la prestazione del collettivo non è stata delle migliori. Ho fatto fatica a giocare in tandem d'attacco con De Paula, che conoscevo poco. Adesso ci aspetta il Livorno nel recupero di martedì e speriamo di ripeterci'.
CROTONE
Il centrocampista del Crotone, Mirko Eramo: 'Purtroppo un episodio ha deciso una partita. Potevamo benissimo fare un buon risultato su un campo ostico come Padova, perchè abbiamo giocato alla pari dei nostri avversari senza timori reverenziali. Abbiamo disputato una buona gara con un ritmo alto, ma siamo mancati in fase di realizzazione negli ultimi metri. Ora abbiamo il Torino in casa e dobbiamo riscattarci subito'.

Luigi Spatalino
 
Fonte ( www.calciomercato.com ) 

Padova-Crotone 1-0, tabellino e commento

PADOVA (4-3-1-2): Cano; Renzetti, Trevisan, Cesar, Legati; Bovo, Jidayi, Gallozzi (dal 20' st Cuffa); El Shaarawy (dal 32' st Da Silva); De Paula (dal 15' st Di Nardo), Vantaggiato. A disposizione: Menegon, Cappelletti, Filippini, Rabito. All.: Calori.
CROTONE (4-3-3): Belec; Abruzzese, Vinetot, Crescenzi (dal 1' st Beati), Mazzotta; Galardo, Eramo, Parfait (dal 30' st De Giorgio); Cutolo, Russotto, Ginestra (dal 21' st Curiale). A disposizione: Bindi, Terigi, Tedeschi, Napoli. All.: Corini. MARCATORE: 26' st Vantaggiato.
Arbitro: Bagalini di Fermo.
AMMONITI: 45' pt Bovo (P), 34' st Jidayi (P),
Corner: 5-2. Fuorigioco: 4-3. Recupero: 1' e 3'.
Cade il Crotone di Corini dopo quattro risultati utili consecutivi. Dopo la partita d'esordio sul campo del Novara, l'allenatore pitagorico ha subito la sua seconda sconfitta per mano di un Padova che solo in poche, sporadiche situazioni è stato superiore all'undici rossoblù.
Le due squadre, infatti, hanno dato vita ad una gara veramente inguardabile: pochissime occasioni da gol e zero spettacolo, soprattutto nel primo tempo. Il primo tiro in porta della gara, ad esempio, è stato effettuato da Cutolo nei primi minuti della seconda frazione di gara. Per tutto il primo tempo, nessun sussulto e nessuna emozione. Tanta noia, tanti errori in fase di possesso a centrocampo, poca incisività, gioco offensivo praticamente assente.
Ginestra è stato ancora una volta un ectoplasma invisibile in mezzo al campo; Russotto ha perso tanti palloni e non è mai riuscito ad essere concreto; Cutolo ci ha provato un po' di più ma non ha, comunque, impensierito gli avversari.
Insomma, un Crotone spento e fiacco, come d'altronde il Padova, che ha avuto il solo merito di trovare la via del gol sfruttando l'immobilità della retroguardia pitagorica, assolutamente ferma e nella sua area di rigore ed incapace di bloccare Vantaggiato che ha calciato praticamente a botta sicura battendo Belec.
Il Crotone non è stato pericoloso neanche una volta andato in svantaggio e con un attaccante in più (De Giorgio subentrato a Parfait).
Una prova veramente deludente, molto simile a quella del derby contro la Reggina, con la differenza che in quel caso gli avversari non sono riusciti a metterla dentro.
Corini deve trovare al più presto soluzioni valide ed anche la dirigenza deve muoversi in maniera decisa sul mercato perché il reparto offensivo non può più essere giustificato. Serve una punta, una vera punta di peso capace di metterla dentro e di creare superiorità in fase offensiva. La squadra sale poco e non si rende mai pericolosa.
Altra nota dolente è l'infortunio di Crescenzi, sostituito al minuto 1 del secondo tempo da Beati; non si conoscono ancora entità dell'infortunio ed eventuali tempi di recupero. Galardo ci mette il cuore, come sempre, uno dei migliori in campo; molto male Eramo, incapace di gestire il pallone che, fra i suoi piedi, sembra impazzito. Vinetot ancora positivo in fase di chiusura anche se ha sbagliato qualcosa in fase di impostazione della manovra. Discreto l'esordio di Mazzotta. Fonte ( www.crotonesport.com )

Risultato finale 23.ma giornata : Padova - Crotone 1-0


Serie Bwin 23.ma giornata: Padova - Crotone














Segui la radiocronaca in diretta di Radio Studio 97 dalle ore 14:50 cliccando sui link disponibili nella sezione in alto a destra del blog su "Ascolta la radiocronaca in diretta della gara"

BUONA PARTITA
A
TUTTI 
E
 
FORZA CROTONE!!!

Gualtieri, Gabionetta è un calciatore del Crotone

In merito a quanto apparso quest'oggi su alcune testate nazionali, a proposito del calciatore brasiliano Denilson Gabionetta, il presidente Salvatore Gualtieri ritiene più che mai doverose alcune precisazioni: "Gabionetta è un calciatore del Crotone, lo ha stabilito la prima sentenza del Collegio Arbitrale che ha dato validità di contratto che lega il calciatore brasiliano al Crotone. Abbiamo proceduto con il deferimento di Gabionetta alla FIFA a causa del suo comportamento, e lo stesso Collegio Arbitrale ha deciso per la sospensione dello stipendio del giocatore. Per cui, il calciatore è a tutti gli effetti un tesserato del F.C. Crotone per la stagione 2010/2011. Piuttosto è molto strano che un'importante società come il Torino non si comporti in modo corretto, poichè in tutti questi mesi non ci ha mai interpellato per richiederci ufficialmente il calciatore, così come altre società interessate a Gabionetta hanno fatto." Fonte ( www.fccrotone.it )

Gabionetta: il Torino cerca l'accordo

La telenovela dell'anno si aggiorna di un'altra puntata, che rende ulteriormente aggrovigliata una matassa da grattacapo. Da Torino, infatti, danno praticamente per fatto l'accordo con Gabionetta, il brasiliano disertore del quale si sono perse le tracce dalla scorsa estate. Proprio il Torino, che si è distinto (si fa per dire) per il suo atteggiamento ostinatamente scorretto, anche umiliante per quella strategia di eludere le regole e studiare qualsiasi scorciatoia per assicurarsi il giocatore, anche confondendo le idee dello stesso brasiliano, il quale si è rifiutato sistematicamente di rispondere alle insistenti convocazioni in sede, in estate, autunno e inverno. Non c'è stato verso. Tanto che il Crotone, scocciatosi della presa di posizione, ha intentato un deferimento alla Fifa e alla Procura federale con l'ausilio del legale Chiacchio. Le ultime che arrivano da Torino provocano un misto di divertimento e perplessità da parte dello stato maggiore rossoblù. Il presidente Gualtieri, con la consueta pacatezza, non si scompone e fa chiarezza punto per punto sulla vicenda, ribadendo un concetto: "Gabionetta è un giocatore del Crotone, fino a prova contraria, e chiunque fosse interessato deve trattare con noi".
"Non abbiamo ricevuto nessuna comunicazione da parte della Fifa - entra nel merito il presidente - e ci risulta singolare che il giocatore possa sottoscrivere un contratto con un'altra società quando è già sotto contratto con noi, regolarmente depositato e valido fino a giugno del 2012. Questo conferma il comportamento dubbio e scorretto del Torino, perchè avrebbe dovuto rivolgersi a noi invece di usare altre strade. E la validità del contratto è avallata dal fatto che il collegio arbitrale ha imposto a noi la sospensione del pagamento dell'intero stipendio del calciatore, quindi significa che abbiamo qualche diritto su Gabionetta, o no?".
Sul modus operandi del Toro, poi, Gualtieri ha una valutazione molto dura: "Sono stati scorretti fin dall'inizio, hanno provato a soffiarci il giocatore usando ogni mezzo. Le altre società che la scorsa estate erano interessate a noi si sono rivolte regolarmente al Crotone, mentre loro, non so perchè, hanno percorso altre strade. Ma andremo fino in fondo alla storia, noi siamo tranquilli. Se poi domani la Fifa si presenta dicendoci che il giocatore non è nostro dovrà motivarcelo".
Le prossime mosse del club di via Napoli sono chiare: "Deferiremo ulteriormente il giocatore - conferma il presidente - a costo di farlo squalificare. Perchè ha sbagliato, e addirittura ci è stato riferito che durante la permanenza in Brasile ha anche giocato peggiorando la sua posizione" Fonte ( www.crotonesport.com )

Esclusiva: Crotone, sondaggio per Danilevicius

Il problema è l’ingaggio, ma il Livorno sta pensando di cedere uno tra Cellerino e il lituano per acquistare un altro attaccanti Il Crotone ha fatto un importante sondaggio per Tomas Danilevicius, l’attaccante lituano del Livorno. A conferma che, dopo aver sognato a lungo Kozak, in qualche modo i calabresi vogliono un altro attaccante da mettere a disposizione di Eugenio Corini. L’intoppo è l’ingaggio, ma il Crotone resta alla finestra. Il Livorno sta pensando di cedere uno tra Danilevcius e Cellerino per acquistare un’altra punta.

Alfredo Pedullà

Fonte ( www.datasport.it )

Esclusiva Pedullà: Calil-Beati, scambio caldo

Il Crotone sta preparando il ritorno del brasiliano e potrebbe cedere il centrocampista centrale al Frosinone Caetano Calil potrebbe tornare a Crotone dopo essere stato protagonista qualche anno fa. Calil a Frosinone non è un intoccabile, potrebbe avere poco spazio con Campilongo e nelle ultime ore si è parlato di un possibile scambio. Il Crotone sarebbe disponibile a mettere sull’altro piatto della bilancia il centrocampista Nicola Beati. Se ne riparlerà dopo il prossimo turno di campionato.

Alfredo Pedullà

Fonte ( www.datasport.it )

Fc Crotone | Inaugurato a Crotone "Corky Sport", il punto vendita dei prodotti rossoblu

video

Fonte Video ( www.fctv.it )

venerdì 21 gennaio 2011

Corini, a Padova per fare la nostra gara

Alla vigilia della importante gara in casa del Padova, il tecnico rossoblu Eugenio Corini punta l'attenzione sui prossimi avversari e sul momento della sua squadra. "Il Crotone sta bene, sia a livello fisico che a livello mentale e nel derby con la Reggina lo ha dimostrato. Abbiamo recuperato dallo sforzo profuso lunedì sera e siamo quindi pronti ad affrontare il Padova. Loro sono un'ottima squadra, con un organico molto importante, nonostante le assenze, ed in casa hanno perso una sola volta col Varese. Siamo consapevoli che non sarà affatto facile, ma come abbiamo sempre fatto sino a questo momento, scenderemo in campo per fare la nostra gara.  Sono infatti convinto che abbiamo tutte le qualità per controbattere le loro potenzialità e grandi qualità tecnico-tattiche". Fonte ( www.fccrotone.it )

giovedì 20 gennaio 2011

Fc Crotone | Corini e Russotto: Padova squadra con grandi qualità

video

Fonte Video ( www.fctv.it )

Venti i convocati

Sono venti i rossoblu convocati da Eugenio Corini per la trasferta in casa del Padova:
Portieri:Bindi, Belec
Difensori: Abruzzese, Terigi, Mazzotta, Correia, Viviani, Tedeschi, Crescenzi, Vinetot.
Centrocampisti: Beati, Galardo, Eramo, Hanine, De Giorgio, Parfait.
Attaccanti: Ginestra, Cutolo, Russotto, Curiale.
 
Fonte ( www.fccrotone.it )

Dirige Bagalini

Sarà il signor Roberto Bagalini di Fermo ad arbitrrare Padova-Crotone. Il fischietto marchigiano sarà coadiuvato dai signori Cristina Cini di Firenze e Gianluca Vuoto di Livorno. Quarto uomo il signor Renzo Candussio di Cervignano. Fonte ( www.fccrotone.it )

Serie Bwin: Designazioni arbitrali 23.ma giornata

Sabato 22 gennaio, ore 15.00


ATALANTA – VARESE
BARACANI
PRETI - BAGNOLI
IV: OSTINELLI
OA: SAGRESTANI

FROSINONE – PIACENZA
NASCA
TASSO - PONZIANI
IV: OPERATO
OA: CAVANNA

GROSSETO – SASSUOLO
BARATTA
MASOTTI - ARGIENTO
IV: DEL GIOVANE
OA: PISTOLI ALUNNI

LIVORNO – ALBINOLEFFE Venerdì 21/01 h. 20.45
PALAZZINO
MARRAZZO - FORTAREZZA
IV: IRRATI
OA: CATANIA

MODENA – ASCOLI
GALLIONE
BIANCHI - VIVENZI
IV: PENNO
OA: CAMPANER

PADOVA – CROTONE
BAGALINI
CINI - VUOTO
IV: CANDUSSIO
OA: ANFUSO


PESCARA – EMPOLI
VELOTTO
COSTA - RANGHETTI
IV: DI PAOLO
OA: MASSARONI

PORTOGRUARO – VICENZA
GIANCOLA
FRANZI - MANNA
IV: PERETTI
OA: PADOVAN

REGGINA – SIENA
CALVARESE
RUBINO - MELI
IV: GIALLANZA
OA: COMITO

TORINO – CITTADELLA
GIACOMELLI
CHIOCCHI - LONGO
IV: BARBIERO
OA: TROCCOLI

TRIESTINA – NOVARA Lunedì 24/01 h. 20.45
TOZZI
CONCA - CUCCHIARINI
IV: CORLETTO
OA: D’AMBROSIO

Fonte ( www.aia-figc.it )

Fc Crotone | Presentati gli ultimi tre acquisti: Loviso, Mazzotta e Bramati

video

Fonte Video ( www.fctv.it )

Crotone Calcio: Presentati i nuovi acquisti

Dovevano essere solo in due, e alla fine si sono presentati in tre. Infatti; ai già annunciati Loviso e Mazzotta, si è aggiunta anche la presentazione dell’ultimo arrivato in casa rossoblu, Fabrizio Bramati, classe 93’ con trascorsi nel settore giovanile della Lazio ma che vestiva in questa stagione la maglia del Guidonia in CND. A  presentarli, anche se i due calciatori della prima squadra sono già a Crotone da qualche giorno, e Mazzotta è andato anche in panchina nella sfida di lunedì sera con la Reggina, come sempre il patron Gianni Vrenna e il Presidente Gualtieri che ha espresso grande soddisfazione nel lavoro che stanno facendo sia Vrenna che il direttore Ursino, andando a prendere due pedine importanti che corrispondevano alla caratteristiche richieste dal Mister Corini. Il primo a presentarsi è stato Antonio Mazzotta. “Sono nato come esterno alto ma poi mi sono adattato a fare il terzino e mi trovo molto bene anche se devo migliorare ancora tanto, e sono venuto in una società che lavora molto bene con i giovani proprio per crescere”. E L’assenza per squalifica di Migliore sabato prossimo potrebbe aprire le porte del debutto tra i titolari proprio al nuovo acquisto. Mentre Mazzotta si allena già da qualche giorno ed era in piena attività a Pescara, Loviso era fermo da qualche tempo, essendo fuori rosa nel Torino e quindi costretto ad allenarsi da solo. Per vedere il centrocampista bisognerà però aspettare, visto che deve scontare una squalifica di tre giornate rimediate con la primavera granata. In questi mesi di fermo Loviso ha seguito il campionato e conosce molto bene il Crotone e il suo modo di giocare. “Mi sono dato da fare non solo per allenarmi ma anche per guardarmi intorno e vedere quali squadre esprimevano il gioco migliore. Il Crotone è una di queste, e fortunatamente con il direttore e il presidente abbiamo trovato un accordo. È un Crotone combattente che può sicuramente dire la sua in questo campionato”. Ha fretta di tornare in campo il centrocampista, che sicuramente è un grande calciatore in questa categoria, avendo tante presenze nella massima serie, e ha fretta soprattutto di mettersi alle spalle il suo passato più recente che non è stato del tutto felicissimo. “Voglio ricominciare da dove avevo lasciato, sono sempre stato ambizioso, mi sono sempre prefissato degli obiettivi e ho fatto di tutto per raggiungerli”.  Anche l'ultimo arrivato. Bramati, a dispetto  della giovane età ha dimostrato di essere maturo e determinato. “Per me è già un sogno che si realizza stare qui perché ho solo 17 anni, ma Posso e voglio imparare tutto, e chi meglio di Mister Corini può insegnarmelo”. Fonte ( www.crotonews.com )

UFFICIALE: Crotone, arriva Bramati

Depositato in Lega da parte del Crotone il contratto d'ingaggio di Fabrizio Bramati, centrocampista classe '93 ex-Grosseto. Bramati, che si unirà ai ranghi giovanili della compagine calabrese, era in forza al Guidonia Montecelio, società dilettantistica laziale. Fonte ( www.tuttomercatoweb.com )

mercoledì 19 gennaio 2011

Fc Crotone | Crotone-Reggina 0-0 (le interviste post-gara)

video

Fonte Video ( www.fctv.it )

Anche senza vittoria il Crotone convince

A fine gara volti rilassati e soddisfatti in casa Crotone. La squadra di Corini ha dato vita ad un ottima prova facendo soffrire una Reggina molto più quotata vista la rosa con alcuni nomi importanti e la classifica a ridosso dei play off. Il primo a presentarsi in sala stampa è stato il Presidente Gualtieri che con le sue parole elogia la squadra per come ha giocato. “Siamo contenti, più che del pareggio, che comunque è un punto importante che muove la classifica, della prestazione della squadra, sicuramente se c’era una squadra che meritava di vincere la gara era il Crotone. Abbiamo fatto una grande prestazione - continua Gualtieri - abbiamo avuto l’occasione più limpida della gara con Vinetot, e anche nel secondo tempo abbiamo avuto sempre noi il pallino del gioco.  Sono molto contento, mi aspettavo questa prestazione con tanta voglia di vincere e concentrazione in tutti i reparti. Avevamo di fronte la Reggina che è una squadra molto forte, fisica con individualità importanti e che ha dimostrato di potersi giocare i play off”. Il Presidente si lascia andare anche ai discorsi di mercato “ Ginestra e Abruzzese non sono assolutamente sul mercato, ci servono e abbiamo massima fiducia in loro.  Kozak dovrebbe essere quasi sfumato, visto le parole di Lotito, ma entro il 31 chiuderemo con un attaccante, che sia lui o meno. Abbiamo anche la pista Baclet in ballo”.
Ultima battuta per il pubblico e un ringraziamento particolare. “Volevo ringraziare la questura e la prefettura di Crotone che ci hanno permesso di riaprire i botteghini per accontentare tutti i tifosi, contribuendo a vedere lo Scida pieno, spero non sia solo in occasione del derby”. Anche Corini tutto sommato appare soddisfatto della prestazione della gara, visto le difficoltà che la Reggina ha creato. “E' stata una partita di grande intensità, ed era normale che fosse cosi visto che era un derby sentito e poi la Reggina è una squadra molto fisica. Sono molto orgoglioso della prestazione dei miei ragazzi, abbiamo sviluppato trame importanti soprattutto nella prima parte del primo tempo, soffrendo solo negli ultimi 20 minuti. Nel secondo tempo, tranne un’occasione di Bonazzoli abbiamo sempre avuto noi il pallino del gioco e in due o tre occasioni meritavamo la stoccata vincente”. Fonte (  www.crotonews.com)

martedì 18 gennaio 2011

La giornata dei rossoblu

Allenamento pomeridiano allo stadio quest'oggi per il Crotone in vista della gara in casa del Padova, in programma sabato 22 gennaio (ore 15). Chi è sceso in campo nel derby di lunedì sera ha svolto specifico lavoro di scarico, chi invece non ha giocato è stato impegnato in una partitella con gli allievi rossoblu. Fonte ( www.fccrotone.it )

ESCLUSIVA TMW - Pescara, Del Prete verso l'addio

Lorenzo Del Prete potrebbe lasciare Pescara. Sul difensore classe '86, secondo indiscrezioni raccolte da Tuttomercatoweb, ci sarebbe il forte interesse di Padova e Crotone. Fonte ( www.tuttomercatoweb.com )

Migliore squalificato

Francesco Migliore, già diffidato e ammonito durante il derby con la Reggina, sarà fermato per un turno dal Giudice Sportivo. Unico rossoblu diffidato il centrocampista Luois Parfait. Fonte ( www.fccrotone.it )

Fc Crotone | Crotone-Reggina 0-0 (la sintesi della gara)

video

Fonte Video ( www.fctv.it )

lunedì 17 gennaio 2011

Un derby in tono minore

Finisce 0-0 l’atteso derby calabrese, che chiude la prima giornata di ritorno. Crotone e Reggina ancora una volta non si fanno male, forse anche in virtù della vecchia amicizia tra Corini e Atzori, spartendosi la torta.

Ritorno all’antico per mister Atzori, che propone un 3-4-1-2, per attutire almeno in trasferta i problemi della difesa, mentre in avanti fiducia al duo Bonazzoli-Campagnacci. Il Crotone con il 4-3-1-2, si aggrappa alla rapidità e fantasia del trio Russotto, Ginestra e Cutolo. Da segnalare anche l’inserimento di Abruzzese per il giovane Tedeschi al centro della difesa.

Punizione della Reggina con Acerbi, la gran botta viene respinta da Belec con qualche difficoltà di troppo, il portiere si tuffa e scaccia il fendente. La partita stenta a decollare, il gioco spezzettato non avvantaggia la spettacolarità dell’incontro. Si sonnecchia fino al 25esimo quando Rizzato scatta sulla corsia sinistra e serve al centro Emiliano Bonazzoli, il gol però viene giustamente annullato dall’arbitro Stefanini per la posizione irregolare dell’attaccante reggino.

Il Crotone non accusa per nulla il colpo, anzi, si ripropone con maggiore insistenza. Ginestra controlla di petto la sfera, si gira e colpisce violentemente, difettando però in precisione. Si chiude la prima frazione di gioco senza nemmeno un minuto di recupero. La ripresa si apre con la discesa incontrastata di Missiroli che taglia la difesa crotonese prima di servire Bonazzoli al limite dell’area di rigore. La punta di Asola cicca clamorosamente il tiro, dimostrando di non essere ancora molto lucido sottoporta.

La seconda opportunità arriva dopo poco, quando Laverone dall’out di sinistra mette al centro un bel cross, ma Bonazzoli viene anticipato da Belec in uscita. Da un cross dalle retrovie Abruzzese inventa una stupenda girata che viene smanacciata da Puggioni in calcio d’angolo. Il Crotone spinge sull’acceleratore. Punizione di Cutolo da sinistra, Ginestra ben appostato nell'area piccola non ha riflessi pronti e non riesce a deviare.

L’ultima occasione dell’incontro porta la firma di Napoli, che si fionda sul cross di Migliore, il colpo di testa non preoccupa Puggioni e si spegne sul fondo. Le premesse di questo derby forse erano più alte di quanto si è visto in campo. La Reggina, che non vinceva all’Ezio Scida dal 2001, è costretta ancora a rimandare l’appuntamento con la vittoria. Il Crotone ci ha provato con maggiore insistenza ma la leggerezza in fase conclusiva ha evitato di regalare ai tifosi rossoblu una vittoria storica. Fonte ( www.sportitalia.com )

Risultato finale 22.ma giornata : Crotone - Reggina 0-0

Serie Bwin 22.ma giornata: Crotone - Reggina














Segui la radiocronaca in diretta di Radio Studio 97 dalle ore 20:35 cliccando sui link disponibili nella sezione in alto a destra del blog su "Ascolta la radiocronaca in diretta della gara"

BUONA PARTITA
A
TUTTI 
E
 
FORZA CROTONE!!!

domenica 16 gennaio 2011

I convocati

Sono venti i rossoblu convocati da mister Eugenio Corini per il posticipo serale di lunedì 17 gennaio (ore 20.45) con la Reggina:
Portieri:Bindi, Belec
Difensori: Abruzzese, Migliore, Viviani, Tedeschi, Crescenzi, Vinetot, Mazzotta.
Centrocampisti: Beati, Galardo, Eramo, Hanine, De Giorgio, Parfait.
Attaccanti: Ginestra, Cutolo, Napoli, Russotto, Curiale.
 
Fonte ( www.fccrotone.it )

Crotone, piace Tortori

Nelle ultime ore il Crotone sta seguendo con interesse Loris Tortori (22) di proprietà della Paganese. L'ex attaccante dell'Isola Liri piace al ds Ursino, si tratterebbe di un'operazione fattibile soprattutto nel mercato estivo. Al momento infatti il Crotone continua a pressare Libor Kozak (21), l'attaccante ceco della Lazio, conteso al Bologna. Fonte ( www.tuttomercatoweb.com )

Corini: "Sfatiamo questo tabù del derby"

La settimana che porta al derby di lunedì sera non è stata tranquillissima per il gruppo rossoblù per i motivi che spiega il tecnico Eugenio Corini: “C’è stato qualche problema con un virus influenzale che ha colpito alcuni giocatori, prima Concetti, poi Beati e Russotto. Poi nell’allenamento di venerdì Migliore ha avuto un risentimento muscolare ma potrebbe recuperare. Comunque credo che più si avvicina il derby più qualche piccolo dolorino passerà, nessuno vuole mancare a questo appuntamento”. Il tecnico bresciano conosce l’importanza di questa partita per la tifoseria: “Io dico che ogni gara dobbiamo prenderla col massimo dell’intensità e della concentrazione - inizia Corini - ma so anche che i derby hanno una valenza speciale. Speriamo di fare bene soprattutto per regalare una gioia i tifosi, e ci stiamo preparando con grande voglia anche per questo”. Per Corini è il primo derby in assoluto da allenatore: “Di prime volte per me ce ne sono tante - commenta sorridendo - però da calciatore ne ho giocati tantissimi. Quando mi dicono che il Crotone non ha mai vinto con la Reggina in serie B mi piace, perché per la legge dei grandi numeri prima o poi deve essere sfatata questa tradizione”.
La Reggina è squadra forte e temibile, ma l’allenatore rossoblù l’ha studiata molto attentamente: “E’ una squadra importante - ammette - con giocatori forti e tanti giovani di grandissimo valore. Con i miei collaboratori abbiamo visto dei dvd, giocano un ottimo calcio. Conosco Gianluca (Atzori, ndr) e so che le squadre sono sempre molto determinate e organizzate. Io però per il 75-80% lavoro sulla mia squadra, mi concentro sulle nostre peculiarità. Poi c’è una percentuale di tempo che dedico all’altra squadra”. Tra le fila amaranto spicca Bonazzoli: “Io li ho visti giocare bene anche ad Ascoli quando lui mancava. Però ci sono dei calciatori che caratterizzano una squadra e Bonazzoli è uno di questi, come pure Missiroli, un’arma tattica importante per Atzori, in quanto ha fisicità, passo, ed è bravo a lanciarsi in area, anche per questo ha richieste in serie ”.
In settimana Corini è stato a Milanello a seguire gli allenamenti del Milan: “Ho avuto la fortuna di scambiare quattro chiacchiere con Max (Allegri, ndr) - spiega - e mi ha colpito la grande intensità che hanno durante gli allenamenti. La squadra deve allenarsi ad un ritmo alto per riprodurre il più possibile le situazioni di gioco che possono capitare durante una partita”. Fonte ( www.crotonesport.com )

sabato 15 gennaio 2011

La giornata dei rossoblu

Allenamento pomerdiano presso l'Antico Borgo per il Crotone di Eugenio Corini in vista del derby di lunedì 17 gennio (ore 20.45). Seduta tecnico-tattica, alla quale hanno preso parte tutti gli effettivi della rosa. Domani ancora un allenamento pomeridiano presso l'Antico Borgo. Fonte ( www.fccrotone.it )

Galardo chiama a raccolta i tifosi

Conosce bene il sapore del derby con la Reggina il capitano Antonio Galardo, uno che coi tifosi per ovvie ragioni ha un rapporto particolare: “I nostri sostenitori ci tengono molto a questa sfida - spiega il centrocampista - ma anche i calciatori lo sanno, loro girano per la città e questa attesa la avvertono. Abbiamo bisogno dei nostri tifosi, finora ci hanno seguiti in pochi, ma ora è il momento di darci una mano”. Il capitano con grande sincerità ricorda la partita dell’andata: “Meritavamo di perdere - ammette senza giri di parole -, io sono sempre onesto nei giudizi. Il primo tempo ci hanno massacrato, non abbiamo visto palla. Ora però è un’altra storia, certamente è un derby ma come tutte le altre partite mette in palio tre punti per la vittoria, noi ci stiamo preparando bene e speriamo di portare a casa un’altra vittoria che per noi sarebbe importantissima. Di certo sappiamo che hanno 4-5 giocatori importanti cercati da mezza serie A e penso che vogliano fare i playoff”.
Per Galardo la squadra è in continua crescita: “Siamo vivi, i ragazzi continuano a migliorare, dobbiamo continuare su questa strada. Vincendo lunedì ci metteremmo in una posizione di classifica abbastanza buona, ma il campionato è lungo, dobbiamo arrivare il prima possibile alla quota salvezza che dovrebbe essere sui 51 punti”. Infine un avviso ai rivali di lunedì sera: “Loro vengono dalle ultimissime partite non esaltanti e saranno incavolati - commenta il capitano rossoblù - ma devono sapere che si troveranno contro un Crotone che ha tanta voglia di fare punti e lotterà come sempre per ottenere il massimo”. Fonte ( www.crotonesport.com )

Fc Crotone | Corini e Galardo: faremo nostro il derby

video


Fonte Video ( www.fctv.it )

Il Sindaco: tutti insieme per gridare forza Crotone

Sale la febbre per l'atteso derby di serie B in programma lunedì all'Ezio Scida.

Anche il sindaco Peppino Vallone si prepara a fare il tifo in vista della nuova sfida che attende la squadra di mister Corini. “Lunedì prossimo mi auguro che siano in tanti allo stadio a gridare Forza Crotone” dichiara Vallone alla vigilia di Crotone – Reggina, derby calabrese di serie B. “Ancora una volta lo stadio comunale “Ezio Scida” si prepara ad ospitare una sfida tra due squadre ricche di tradizioni che, in questi anni, hanno fatto onore al calcio calabrese” prosegue il Sindaco
“Ed anche quest’anno le due compagini si stanno distinguendo positivamente nel campionato cadetto e sono certo che lunedì continueranno ad onorare i valori dello sport” aggiunge il Sindaco
“Il Crotone, in particolare, con una squadra di giovani guidata da un tecnico giovane e preparato, ha chiuso il girone d’andata in maniera molto lusinghiera e convincente” prosegue il Sindaco
“Ventisette punti non sono pochi, soprattutto se si considera il fatto che sono stati conquistati da una squadra la cui età media è tra le più basse del campionato. Segno anche della lungimiranza della presidenza, della dirigenza e della proprietà” aggiunge Vallone
“Ma proprio perché giovani, i ragazzi di Corini avvertono ancora di più la necessità dell’incoraggiamento. Ecco perché lunedì sera auspico che siano veramente in tanti gli sportivi che parteciperanno ad una serata che si prospetta, comunque, come una festa per lo sport calabrese” continua Vallone
“E poi, anche la tradizione, prima o poi può essere sovvertita. Ed in questo caso meglio prima…” conclude Vallone. Fonte ( www.crotonews.com )

Galardo: lunedì non deluderemo i tifosi!

A pochi giorni da una delle partite più sentite della stagione, il derby di lunedì sera con la Reggina, a prendere la parola in conferenza stampa sono Corini e Galardo, il mister e il capitano, segno che l’importanza della gara è sentita anche nello spogliatoio. Proprio il capitano, crotonese doc, inizia a spiegare le sensazioni avvertite dai compagni nello spogliatoio in questi ultimi giorni. “I miei compagni sanno già che i tifosi ci tengono molto, speriamo anche che il nostro pubblico ci dia una mano riempiendo lo stadio visto che ne abbiamo molto bisogno. Speriamo di portare a casa un’altra vittoria che per noi è importantissima per il prosieguo del campionato”.  Certo la formazione amaranto non arriva nel suo momento migliore, anche se non bisogna dimenticare che nella rosa a disposizione di Atzori ci sono calciatori con richieste in serie A. “ I derby hanno sempre una storia a se, noi ci aspettiamo una Reggina arrabbiata visto che non fa risultato pieno da qualche partita. Ma anche loro devono sapere che vengono qua e trovano un Crotone determinato a vincere la partita e a non lasciare niente. Anche perché una vittoria ci metterebbe in una buona posizione di classifica, e visto che è un campionato lungo e faticoso dobbiamo arrivare il prima possibile ai punti salvezza”.
Appare tranquillo e determinato Corini, che si avvicina a disputare il suo primo derby in carriera da allenatore. “ Ci sono tante prime volte. Ma noi ogni gara dobbiamo prenderla con il massimo dell’intensità e della concentrazione, anche se i derby hanno un sapore speciale. Di conseguenza noi vogliamo vincerlo per la classifica, ma anche per dare una gioia ai nostri tifosi. Mi avete detto che il Crotone in serie B non ha mai vinto un derby con la Reggina, ci auguriamo che questa sia un’altra di quelle tante prime volte che dicevo. Ci stiamo preparando in modo da regalare questa grande gioia ai tifosi”.
In chiave formazione anche se ci sono stati alcuni problemi con alcuni attacchi virali che ha colpito alcuni calciatori, iniziando da Concetti e Beati finendo con Russotto e Migliore, ma appaiono tutti recuperabili in vista della partita di lunedì sera. Chi desta ancora più di qualche dubbio è ancora Abruzzese, che in pratica ha svolto il primo allenamento completo con il gruppo solo nella partitella di venerdì, anche se ci sono le speranze di recuperarlo.
Corini in questa settimana è stato ospite con gli altri colleghi corsisti del Master di Coverciano presso la struttura di Milanello dove ha assistito agli allenamenti di Allegri chissa che non sia riuscito a carpire qualche segreto della squadra che al momento guida la classifica della nostra serie A. “ Milanello è un centro sportivo straordinario, poi ho avuto la fortuna di scambiare due chiacchiere con Max Allegri che straordinario e che sta facendo la grande carriera che merita. Quello che ho potuto notare è l’intensità dei loro allenamenti, in questo calcio che è molto tattico ma che ha una componente fisica molto importante”. Fonte ( www.crotonews.com )

venerdì 14 gennaio 2011

Corini: "Salvo il Crotone con un calcio aggressivo"

Dopo la prima vittoria, il tecnico attende con tranquillità il derby con la Reggina: "Ne ho giocati tanti, so cosa succede". Poi la sua filosofia: "Un gioco propositivo, scegliendo il modulo in base alle caratteristiche dei giocatori che ho a disposizione". E sull'attuale classifica tranquilla della sua squadra dice: "In serie B guai a rilassarsi"

CROTONE, 14 gennaio 2011 - Quando giocava lo chiamavano il Genio, come Savicevic. Ma forse, più semplicemente, Eugenio Corini è uno che sa di calcio. E che ora, a 40 anni, ha tanta voglia di dimostrarlo anche dalla panchina, dopo avere spesso "dato lezione" in campo quanto a visione di gioco e dettatura dei tempi. L'occasione vera, dopo una falsa partenza a Portogruaro, gli è arrivata a inizio dicembre dal Crotone, al quale un mese dopo, sabato scorso, ha regalato la prima vittoria del suo mandato, proprio sul Portogruaro (2-0). Ma ora l'ambiente gli chiede di più, vuole una vittoria particolare, perché lunedì sera Crotone ospita il derby calabrese con la Reggina, e la febbre sale. Corini però la prende con l'abituale calma: "Certo, qui è una partita molto sentita, ma io ho giocato tanti derby, so come funzionano", taglia corto.
"L'allenatore e' tante cose" — La proverbiale "esperienza sul campo", insomma, come bagaglio di riferimento, anche se adesso il suo campo è solo l'area tecnica: "Sì, il fatto di aver giocato per vent'anni mi ha aiutato molto - dice -. La panchina è stata uno sbocco naturale del mio modo di giocare, volevo fare questo lavoro e ora lo faccio con entusiasmo". Ma non siamo di fronte a un mania della tattica: "No, un allenatore deve essere tante cose - è il Corini-pensiero - quindi anche motivatore e psicologo. Dopodiché io sono per un calcio propositivo e aggressivo, ma non ho un preciso modulo di riferimento: il modulo dipende dalle caratteristiche dei giocatori che ho a disposizione". E su questo il tecnico bresciano tiene a mostrarsi rispettoso dei ruoli, lasciando la palla alla società: "Il mercato spetta alla dirigenza, io devo poi scegliere ogni settimana chi mi dà più garanzie per andare a cercare la vittoria. Comunque sono molto d'accordo con le scelte fatte in questo primo scorcio di mercato invernale (il difensore Mazzotta e il regista Loviso, ndr)".
il campionato — Il Crotone è a metà classifica, ma Corini non si rilassa: "In serie B non sei mai tranquillo - spiega -. Proprio quando ti trovi in una posizione che sembra sicura devi stare attento e mettere fieno in cascina. Se molli rischi di venire risucchiato in zona retrocessione. Obiettivo salvezza tranquilla? Bé, io dico salvezza e basta".

Pier Luigi Todisco

Fonte ( www.gazzetta.it )